Polizze furto e sistemi di sicurezza

 

 

Con questo articolo voglio sensibilizzare l’utente ad aumentare il suo indice di sicurezza. Parlo oggi delle polizze di assicurazione per le abitazioni, od uffici e negozi. Premesso che se si è proprietario dell’immobile è conveniente stipulare una polizza contro incendi e furti è sicuramente vantaggioso avere un sistema di sicurezza, antifurto o meglio ancora videosorveglianza, perché questo inciderà positivamente sul conto finale della polizza. 

Questo succede perché le assicurazioni valutano positivamente l’adozione di uno dei due sistemi di sicurezza.

Le polizze vengono stipulate tra l’assicuratore ed il proprietario dell’immobile secondo quanto regolamentato dal codice civile e nella polizza vengono indicati i termini della copertura (danni vandalici, furto, incendio, allagamento, ecc), il massimale di copertura (quindi l’importo massimo al quale risponde l’assicurazione) ed il premio che il beneficiario deve pagare ogni anno. 

Quindi la polizza non è diversa da qualsiasi altra, ma avere un impianto di sicurezza depone bene a favore del beneficiario

Innanzi tutto perché l’assicurazione vede di buon occhio questa pratica, installare un antifurto in casa, fa pensare all’assicuratore che non vogliamo creare una truffa (sarebbe controproducente). Se poi viene installato un sistema di videosorveglianza che registri almeno gli ingressi il premio si abbassa ancora di più.

 

Su internet si trovano molte compagnie assicurative che offrono la polizza per i furti in casa e prendono delle clausole vessatorie quasi banali e scontate. Per esempio non viene rimborsato chi lascia la porta o una finestra aperta (ovviamente), oppure chi non adopera il sistema di antifurto. O se il danno viene causato da un familiare. Questo per evitare le truffe e mi sembra il minimo! 

Nelle polizze viene solitamente incluso il rimborso dei danni dell’effrazione che è cosa buona per chi subisce il furto. Però se ci sono beni di valore come gioielli e altri beni di valore per i quali è richiesta un’assicurazione a parte. 

Ma allora cosa è compreso nella polizza? Ogni compagnia ha una serie di beni rimborsabili ma sicuramente sono compresi TV, smartphone, computer od oggetti similari.

 

Occupiamoci però di quello che ci interessa veramente: come essere in regola e quindi rimborsabili dall’assicurazione. Ci sono delle procedure che sono a volte ingenue o semplici e pertanto non prestiamo particolare attenzione ma sono valutate negativamente dal perito dell’assicurazione in caso di apertura del sinistro. Vediamo le 3 principali regole da seguire: 

  1. Sembra banale ma non lo è: chiudere correttamente finestre e porte esterne, ma anche il cancello carraio o pedonale. Perché se offriamo la possibilità al ladro di entrare facilmente in casa nostra il perito valuterà negativamente il nostro comportamento. 
  2. Custodire in modo appropriato i valori. Se lasciamo sul tavolino del soggiorno il nostro iPad nuovo di zecca da 2000€ e ce lo rubano il perito non avrà nulla da obbiettare ma se lasciamo in bella vita sul comò della camera da letto tutti i gioielli allora lì il perito si insospettisce. La soluzione è tenere tutto in cassaforte o nascondere in apposite scatole, meglio chiuse a chiave, riposte in angoli della casa (per esempio dentro l’armadio sotto tutti maglioni, oppure riporre la scatola in un’altra scatola dentro l’armadio di ferro degli attrezzi nel garage). Poi allarmare la casa e la cassaforte è indice di elevata sicurezza. 
  3. E per ultimo il consiglio più importante: in caso di smarrimento delle chiavi di casa o di un telecomando sporgere subito denuncia alle forze dell’ordine locali, cambiare immediatamente le serrature e custodire tutta la documentazione (denuncia e sostituzione delle serrature) così da dimostrare al perito di essere “corso ai ripari”.

 

Come vedi l’anello debole della sicurezza è sempre il fattore umano. Ci vuole un po’ accortezza per avere maggiore sicurezza. 

 

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici e parenti, potrebbe interessare anche a loro!

 

 

0
0
0
s2sdefault

Cambia punto di vista.
Nel tuo smartphone. Sempre con te.

 

  • Furti e rapine in Italia: 6 consigli pratici per mettersi (quasi) al sicuro

      Furti e rapine in Italia: 6 consigli pratici per mettersi (quasi) al sicuro   L’anno...

    Leggi di più

  • Polizze furto e sistemi di sicurezza

      Polizze furto e sistemi di sicurezza     Con questo articolo voglio sensibilizzare...

    Leggi di più

  • Cyber Security: monitoraggio della rete

      Cyber Security: monitoraggio della rete   Siamo arrivati alla fine di questa serie di...

    Leggi di più

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter così sarai sempre aggiornato sulle novità del Blog e della Sicurezza

Info su SICURARMOR

Sicurarmor

Società a Responsabilità Limitata a Socio Unico
Cap. Soc. 100.000,00€ i.v.
P. Iva 02423500806

E-mail: info@sicurarmor.com
Web: www.sicurarmor.com

Policies

Per maggiori dettagli leggi la nostra Privacy Policy e la nostra Cookie Policy 

Online now

Abbiamo 62 visitatori e nessun utente online

Icons Credits

Icons made by Freepik from www.flaticon.com is licensed by CC 3.0 BY

I valori della Sicurarmor

Newsroom
Garanzia

Ambiente
Privacy
Responsabilità dei fornitori
Investitori